BLOG

Rocchetta Sant’Antonio, territorio sfruttato senza ritegno

04Giu

In visita sui Monti Dauni dove, tra colline e vallate mozzafiato, sorge Rocchetta Sant’Antonio, uno dei comuni della zona su cui insistono centinaia di pale eoliche e su cui ne sono in progetto altre!

 

Per questo ho presentato una interrogazione in  Senato proprio per sollevare la necessità di attenzionare questa concentrazione spropositata di impianti tra cui uno obsoleto, in disuso, che resta fermo.

Pensavo che già questo fosse troppo e invece non è tutto. Il sindaco Pompeo Circiello mi ha rappresentato la pesante situazione che l’amministrazione deve affrontare seguendo i continui ricorsi e diffide alle Società che gestiscono gli impianti eolici che, non solo non pagano le royalties, ma neppure le imposte!

Siamo all’assurdo, un territorio sfruttato senza ritegno. Altro particolare, Rocchetta Sant’Antonio è un comune registrato EMAS (acronimo di Eco-Management and Audit Scheme ) iscritto negli elenchi dell’Ispra, quindi un comune che persegue con costanza, una spiccata politica ambientale.

 

Tutti i Comuni della zona hanno contribuito al massimo alla conversione energetica tanto necessaria e richiesta a livello mondiale, ma allo stesso modo è necessaria la sostenibilità socio economica di questi territori che ambiscono a un legittimo sviluppo del turismo e dell’agroalimentare avendone tutte le potenzialità e di cui potrebbero sicuramente farsi vanto.

Con i colleghi del M5S porteremo avanti queste istanze come già fatto finora e ancora, fino al massimo delle possibilità, affinché una legittima ambizione di un meraviglioso territorio possa concretizzarsi.